Novità: è possibile incontrarci anche per videochiamata. Chiamami al nr. 335 5336572 per fissare un appuntamento.

Lavorare in Smart Working durante la quarantena

da | 9 Mar, 2020

Riuscire a lavorare da casa nella modalità Smart Working permette a molti impiegati di continuare a vivere il più serenamente possibile la propria vita nonostante l’emergenza sanitaria.

Diletta è una signora di 40 anni. L’azienda per cui lavora ha deciso di far lavorare i suoi dipendenti in modalità Smart Working finché l’emergenza sanitaria non sarà ridimensionata. Anche suo marito si trova nella stessa situazione ed in più anche i loro due bambini sono a casa perché la scuola elementare che frequentano è chiusa a seguito delle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. Mi scrive dicendo di trovarsi in una situazione mista di ansia e frustrazione dovuta alla quarantena e alla modalità di lavoro, insolita per lei, da condividere nello stesso spazio con marito e figli, non raggiungendo sempre l’adeguata concentrazione. Mi chiede alcuni consigli per poter vivere serenamente questo periodo di emergenza, lavorando in Smart Working.

Trovi i miei consigli nel video, o se preferisci leggere nel testo subito sotto. 

PS. Ti trovi in una situazione difficile e ti piacerebbe avere il consiglio neutro di uno psicologo?

• Per parlare direttamente con me puoi prenotare un appuntamento gratuito.
• Per avere un consiglio anonimo in un prossimo video di questa rubrica basta scrivere un’email a info@psicologasabinabrinkhoff.it

LAVORARE IN SMART WORKING DURANTE LA QUARANTENA

1. Soffermati più sui vantaggi del lavorare in Smart Working

Nonostante l’emergenza sanitaria in atto in Italia e nel mondo che ci induce in uno stato di agitazione, pensa ai vantaggi che hai di lavorare nella modalità Smart Working piuttosto che agli svantaggi. E’ vero che tu e tuo marito siete costretti a lavorare nello stesso luogo, insieme a due figli che svolgono le loro attività – compiti, giochi – incrementando le possibilità di distrazione, ma hai a disposizione tutto l’arco della giornata per poter svolgere il tuo lavoro giornaliero, senza obblighi di orario e cartellini da timbrare.

Quindi pianifica bene la tua giornata, tra lavoro e famiglia, considerando che se i tuoi figli ti interromperanno chiedendoti aiuto sui compiti potrai recuperare più tardi il tempo tolto al lavoro.

Anche se svolgi il tuo lavoro da casa vestiti e truccati come se dovessi recarti in ufficio, questo ti aiuterà a mantenerti in ottima forma e a gestire i bambini che vedendoti in tenuta da lavoro potrebbero disturbarti di meno.

Considera la possibilità che hai di poter anche dedicare più tempo a te stessa durante il lavoro, potendo fare una maschera al viso che di solito non fai perché arrivi stanca alla sera.

Considera anche a quanto stress e quante spese in meno hai per non dover la mattina e la sera prendere i mezzi o l’automobile dentro un traffico pazzesco. Avrai anche meno stress indotto da colleghi con cui non hai un buon rapporto.

2. Se non ce la fai fatti aiutare

Se vedi che non riesci a concentrarti come vorresti in questa nuova modalità di lavoro in un contesto che non ti fa stare a tuo agio pensa a trovare una soluzione con tuo marito o con i vostri genitori.

Il bello del lavoro agile è che viene utilizzato dalle aziende che lavorano per obiettivi, quindi il tuo datore di lavoro non ti starà con fiato sul collo ogni ora perché devi consegnare dei documenti, ma piuttosto vorrà che per una prefissata data il tuo obiettivo sia raggiunto.

Hai molta flessibilità nel suddividerti il lavoro nei vari giorni della settimana: puoi pensare quindi a dei tempi stabiliti in cui tu e tuo marito vi occupiate a turno dei figli, oppure potete chiedere un aiuto ai vostri genitori nella gestione dei figli.

3. Non trascurare il benessere fisico

All’interno della giornata puoi ritagliarti dei momenti per uscire insieme alla tua famiglia a fare passeggiate all’aperto evitando gli assembramenti di persone: sono consentite in questo periodo di emergenza. Potrete quindi passare nuovo tempo insieme ma in relax, potendo rilassare i muscoli, la testa, la vista.

Sole e aria pulita sono fondamentali per mantenere il vostro benessere psico-fisico.

Cura anche la tua postazione di lavoro a casa, che dovrà avere la giusta illuminazione ed areazione, fattori che aumentano la tua concentrazione e il tuo umore.

4. Mantieni vive le relazioni sociali anche in Smart Working

Durante lo svolgimento del tuo lavoro ci saranno dei momenti in cui dovrai confrontarti con i tuoi colleghi o con il tuo datore di lavoro. Gli strumenti tecnologici che abbiamo a disposizione sono fondamentali per tenerti attiva nella rete delle relazioni sociali che permettono il rispetto delle precauzioni da tenere durante l’emergenza sanitaria.

Call e videoconferenze attraverso Skype ti manterranno in contatto con loro evitando la sensazione di alienamento. Considera inoltre che non sono vietate le relazioni sociali, quindi potrai continuare ad incontrare anche fisicamente le persone evitando però quelle attività sconsigliate dagli organi istituzionali.

Telefonate e videochiamate ti manterranno in contatto con i tuoi amici e i tuoi cari, sentendoli sempre vicini.

Considera che è un periodo temporaneo e tutto passerà, nel frattempo goditi la presenza della tua famiglia attraverso la flessibilità dello Smart Working, pensando a tutte le volte che ti eri ripromessa di passare più tempo con loro.

Chi sono

 

Sono Sabina Brinkhoff e lavoro come psicologa a Perugia Balanzano e Ellera Corciano da 18 anni.

Ancora oggi sono affascinata dalla capacità della psicologia di individuare le vere cause dei problemi che rallentano e appesantiscono la vita dei miei clienti.

Se ti trovi ad affrontare un problema che ti preoccupa al punto tale da non permetterti di vivere serenamente la tua vita, prenota un appuntamento gratuito al mio studio di Perugia Balanzano o Ellera Corciano.

Insieme vedremo come posso aiutarti a ricreare una vita serena.

Potrebbe anche interessarti:

L’aiuto di uno psicologo nella crisi di coppia

7 consigli per avere maggiore fiducia in se stessi

4 modi per smettere di rimuginare

Pin It on Pinterest

Share This